I.Bonomi Lumezzane- Mazzoleni Pizzighettone 87-66
Parziali: 28/17-47/38-67/50

VIRTUS LUMEZZANE: Fossati 6, Borghetti M. 5, Mazzoncini, Bordone, Borghetti L. 4, Gamazo 24, Ciaramella 4, Mastrangelo 24, Merlo 6, Foresti M. 5, Rinaldi 9, Foresti N. ne.
All. Saputo

MAZZOLENI PIZZIGHETTONE: Gorreri 8, Foti 13, Pedrini 8, Montanari 7, Bertuzzi, Severgnini 2, Belloni, Baldrighi, Bassani 4, Tolasi ne, Pairone 15, Manini 9.
All. Giubertoni

MVP: Mastrangelo-Fossati
NOTE : Merlo antisportivo
32’- 5 falli Belloni 35’

Di Laura Lodigiani

Ultima partita della fase ad orologio, ultimo match prima dei playoff, è la ciliegina sulla torta, il big match tra le due regine del girone, le due squadre che più hanno impressionato a livello di gioco, Virtus Lumezzane e Basket Team Pizzighettone; due roster lunghi, fisici e con tanto talento, appaiati in classifica a quota 22 punti e pronti darsi battaglia in quaranta minuti che si preannunciano ad altissima intensità.

Partono fortissimo i padroni di casa con Gamazo e Matias Foresti, Pizzi non è fortunata al tiro e Rinaldi regala il 9-0 ai suoi, si scuote la Mazzoleni con la coppia Pedrini-Bassani e la bomba di Foti, dall’altra parte è Mastrangelo a spingere i suoi con cinque consecutivi per il 16-7; Gorreri e Foti rosicchiano, ma la doppia bomba a firma Gamazo-Mastrangelo ricaccia i grifoni a -8, Lume difende durissimo ed i biancoblu faticano a costruire, Severgnini mette due punti di pura rabbia, Foti corre in contropiede ed è Luca Borghetti dalla lunga distanza a chiudere il primo periodo sul 28-17 per la Virtus.

Il secondo quarto si apre all’insegna della Mazzoleni che difende forte e trova in rapida successione bomba di Montanari, contropiede di Manini ed entrata di Pairone, la Virtus segna solo a cronometro fermo, Montanari ne mette altri due e Pizzi è di nuovo lì; sale l’intensità, aumentano gli errori mentre le difese lavorano benissimo, Mastrangelo prova a strappare con altri cinque personali, rispondono Foti in avvicinamento e Pedrini dalla lunetta, Gorreri dall’arco scrive il -3, Pedrini in allontanamento risponde ai liberi di Rinaldi, ancora l’incontenibile Mastrangelo spinge i suoi, Bassani segna da sotto ma con soli due secondi sul cronometro è Rinaldi a sparare la bomba che manda tutti negli spogliatoi sul 47-38.

Gorreri dalla lunga inaugura la ripresa, ma i padroni di casa cavalcano Gamazo e l’ormai immarcabile Mastrangelo (24 punti per lui) per un secco 10-3 interrotto dalla tripla di Foti, Manini è caldo e ne mette sette personali ma la coppia argentina Merlo-Gamazo continua a fare sfracelli; Lume alza vertiginosamente i giri in difesa, Pizzi fatica a ragionare perdendo qualche pallone di troppo ed affidandosi alle iniziative dei singoli che però non vanno a buon fine, con Gamazo che chiude i conti sul 67-50.

Il quarto periodo, se possibile, vede alzarsi clamorosamente la fisicità da parte di entrambe le squadre, occorrono due minuti per vedere il primo canestro a firma Marco Borghetti, Pairone replica dall’arco seguito a ruota da Pedrini, ancora Borghetti dalla lunetta prova a spezzare il ritmo ma l’argentino in maglia Pizzi è on fire, spara un’altra bomba e piazza una super difesa che regala a Foti due facili in contropiede; la Virtus reagisce appoggiandosi al suo faro, Gamazo, e ad un sontuoso Fossati, baluardo difensivo clamoroso e lottatore inesauribile per l’80-61 che di fatto chiude virtualmente la contesa con ancora tre minuti sul cronometro.

Finisce 87-66 per una Virtus Lumezzane scintillante, capace di tirare con percentuali pazzesche dalla lunga distanza accompagnate da difese al limite della perfezione che valgono il primo posto finale ed i playoff contro Cirié, quarta classificata del girone piemontese; la Mazzoleni si arrende con onore dopo aver lottato per metà partita, tramortita poi dal clamoroso terzo quarto dei bresciani, chiude al secondo posto e la prossima settimana se la vedrà con Pallacanestro Milano al primo turno playoff.