Di Laura Lodigiani

Il primo derby di stagione se lo aggiudica la Mazzoleni Pizzighettone, espugnando il campo della Tedeschi Sansebasket al termine di un match sicuramente non bello, caratterizzato da tantissimi errori e palle perse banali da entrambe le parti ma indubbiamente combattuto, con nessuna delle due squadre disposta ad alzare bandiera bianca fino al 40’; Sanse costretta a rinunciare a Mascadri (pesantissima squalifica per tre giornate), mentre il Pizzi, ancora senza Pairone, ritrova Gorreri nei dodici anche se chiaramente non impiegabile.

Parte forte il Pizzi che sfrutta la verve di un caldissimo Bassani, bomba di Foresti ed è 9-2 per chi viaggia, reagisce la Sanse con Marelli dalla media e capitan Speronello dalla lunga, Ndiaye si iscrive a referto ma Marelli è in gas e piazza un’altra tripla che riavvicina i padroni di casa; la sfuriata di Boccasavia (cinque consecutivi per lui) vale pareggio e sorpasso per i meningreen, Ndiaye rimette le cose a posto e lo scambio di cortesie con gioco da tre punti tra Foresti ed Olivieri manda in archivio il primo quarto in perfetto equilibrio, 18-18.

Seconda frazione che si apre nel segno di Severgnini che piazza due ottimi canestri in giro e tiro intervallati dai due punti di Foresti, torna a muovere il punteggio Boccasavia dalla lunetta, Jelic risponde con una bomba in uscita dai blocchi, ancora Marelli dalla lunetta fa percorso netto e la Sanse resta attaccata; ci pensa un pazzesco Ariazzi a riportare avanti i suoi con due triple consecutive, Boccasavia lo imita, Bassani e Manini provano a suonare la carica per il Pizzi ma i padroni di casa continuano a colpire e grazie a Ferrari e Marelli chiudono avanti 36-32.

La Sanse riparte da dove aveva lasciato, bomba di Marchetti (classe 2003), doppio canestro a firma Olivieri-Boccasavia da sotto ed i meningreen volano sul +11, Belloni prova a fermare l’emorragia, Marelli gli rende il favore, si rivede Foresti con un tiro dalla lunga ma la Mazzoleni è in grossa difficoltà; non si può dire lo stesso di un clamoroso Marelli che infila l’ennesima tripla della sua partita aumentando il divario tra le due squadre, gli ospiti si aggrappano a Manini che ne mette sei di fila e la terza frazione si conclude sul 50-43 per i padroni di casa.

Bombarda il Pizzi in avvio con Manini e Tolasi, le squadre sbagliano l’impossibile, Ndiaye riporta avanti i grifoni, Speronello replica dalla lunetta, Bassani trova la parità, mantenuta poi da un gioiello di Manini ed uno di Olivieri in mezzo ad un mare di errori difficilmente commentabili; gli ultimi 24” sono una rumba, palla persa dal Pizzi, persa anche dalla Sanse, 1/2 di Ndiaye, rimbalzo di Bassani, nuovo 1/2 di Ndiaye che vale il +2 ospite, fallo tattico dei rivieraschi e con poco meno di cinque secondi sul cronometro i padroni di casa riescono comunque a costruire un buon tiro con Marelli che però spara sul primo ferro.

Finisce 56-54 per una Mazzoleni a tratti irriconoscibile, ma più cinica nei momenti fondamentali del match in cui ha saputo mettere pressione in difesa restando mentalmente in partita nonostante i tanti errori; dall’altra parte ottima reazione da parte della Sanse che veniva da due sconfitte consecutive ed ha saputo cambiare atteggiamento lottando con le unghie e con i denti fino alla fine.

Impresa Tedeschi Sansebasket 54
Mazzoleni Pizzighettone 56
Parziali: 18-18 / 36-32 / 50-43 / 54-56

I. TEDESCHI SANSEBASKET: Feraboli, Marelli 15, Risari ne, Tedeschi ne, Bertoglio ne, Penna ne, Ariazzi 6, Boccasavia 14, Olivieri 9, Marchetti 3, Ferrari 2, Speronello 5.
All. Vencato

MAZZOLENI PIZZIGHETTONE: Gorreri ne, Ndiaye 10, Severgnini 4, Belloni 2, Bassani 9, Foresti 11, Biondi ne, Pagetti ne, Mainardi ne, Tolasi 3, Manini 14, Jelic 3.
All. Giubertoni

MVP: Manini

Note: Tecnico Marelli (33′), uscito per falli Speronello (40′)