Nel caldo infernale del Palastadio il Pizzi non tradisce e si prende gara1 di semifinale contro una generosa Bocconi Sport Team; i grifoni buttano sul parquet sprazzi di difese ferocissime, tanto atletismo e tanta fisicità, indirizzando la partita fin dal primo quarto per poi dilatare il vantaggio nei restanti trenta minuti.

La partita è intensa fin da subito, le difese lavorano forte e le squadre faticano a trovare le misure, la Mazzoleni si porta sul 5-2 grazie a Belloni e Bassani, la Bocconi risponde con Bordi e Santolamazza, Manini va con l’and one e riporta avanti i suoi; il Pizzi si intestardisce troppo al tiro dalla lunga distanza ma è proprio in questo modo che Belloni trova il primo mini allungo sul +5, con le squadre in bonus si segna solo ai liberi con Pedrini e Severgnini da una parte e Guarise dall’altra, Pedrini infila in entrata, Santangelo risponde con una bomba poi Manini dalla lunetta e Tolasi con il contropiede fulmineo sulla sirena fissano il 20-10 di fine primo quarto.

Si riparte con un ottimo semigancio di Pairone, Bocconi reagisce con una fiammata del duo Bordi-Santolamazza, Pairone con cinque filati rimette le cose a posto, i milanesi non mollano e con Santangelo e Bondioli si riportano sul -6; Jelic raccoglie ed infila da sotto, Pedrini si butta dentro e ne mette altri due ed il finale è marchiato Jelic-Pairone per il 35-23 di metà gara.

La terza frazione la apre Piatti con un canestro da due, la Mazzoleni schiaccia sull’acceleratore e trova la doppia bomba a firma Belloni-Manini, Foresti infila dalla media mentre in difesa i biancoblu alzano barricate che mandano fuori giri l’attacco ospite; i milanesi provano a scuotersi con il tandem Coraini-Bordi, Pairone spara una tripla, Foresti corre in contropiede su splendido recupero di Ndiaye, Bocconi è tutta nelle mani di Bordi ed il terzo quarto si conclude sul 48-34 per Pizzighettone.

In avvio di quarto periodo entra in azione la tarantola Michele Tolasi che tocca di tutto in difesa, ringrazia Pedrini con libero e contropiede, Severgnini appoggia comodo dall’alto dei suoi 204cm ed è +19, gli ospiti trovano il canestro di Di Rauso ma è una goccia nel deserto in mezzo alle difese feroci della Mazzoleni; Severgnini giganteggia in area, Ndiaye prima spara dalla lunga poi infila da sotto, in casa Bocconi si accende la spia della benzina e la partita virtualmente finisce con ancora tre minuti e mezzo sul cronometro.

Il finale dice 72-46 per Pizzighettone, brava a prendere le misure alla partita chiudendosi benissimo in difesa nonostante una serata non eccellente al tiro, e capace di calare l’ennesima ottima prova di squadra, con tutti gli effettivi coinvolti in un sistema di gioco orchestrato magistralmente da coach Giubertoni; dall’altra parte onore ad una Bocconi arrivata al match priva di due pezzi da novanta come Atsur e Cefarelli e che ha messo in campo tutto quello che aveva finchè la stanchezza e la poca lucidità non l’ha costretta alla resa.

Appuntamento per gara2 giovedì sera alle 21.30 nello splendido impianto milanese, con i grifoni chiamati ad una prestazione di cuore e sostanza per provare a chiudere la serie.

MAZZOLENI PIZZIGHETTONE: Pedrini 9, Ndiaye 5, Severgnini 5, Belloni 9, Bassani 2, Foresti 8, Biondi, Mainardi, Tolasi 4, Pairone 12, Manini 8, Jelic 10.  All. Giubertoni

BOCCONI: Pelliciari 2, Bondioli 2, Bordi 12, Santolamazza 5, Guarise 3, Guida 2, De Dominicis 4, Di Rauso 2, Piatti 4, Coraini 6, Santangelo 4, Bonoli.  All. Favero

MVP: Pairone