Da SGR di Laura Lodigiani

Seconda partita e seconda vittoria per Pizzighettone, che pur priva di Gorreri e di capitan Pairone, si impone sul campo della Pallacanestro Iseo, costretta a rinunciare al capitano Baroni infortunatosi alla caviglia contro Piadena ed in panchina per onor di firma; match di livello da parte dei ragazzi di coach Giubertoni, bravi a contenere le iniziative dei padroni di casa nel primo tempo per poi schiacciare sull’acceleratore nella ripresa, quando i gialloblu sono calati fisicamente con la logica conseguenza di perdere lucidità in fase di costruzione.

Parte forte Manini con quattro filati ed un bell’assist per Bassani, Iseo bombarda dalla lunga grazie a Cuelho e Veronesi, Belloni risponde con la stessa moneta seguito dal contropiede di Ndiaye che permette a Pizzi di tenere il naso avanti sul +3; Foresti arma la mano dai 6,75mt, dall’altra parte un sontuoso Azzola riporta i suoi sul -1, le difese sono fisiche e si lotta su ogni pallone, ancora Foresti infila una bomba aiutato dal ferro, Rocco Staffiere restituisce la cortesia ed è poi Severgnini in appoggio da sotto a chiudere il primo quarto sul 21-17 per chi viaggia.

La seconda frazione vede l’ingresso di Jelic che si presenta subito con una bomba, Iseo si ritrova grazie alla grinta dell’ottimo Veronesi, che piazza una bellissima entrata lasciando sul posto Bassani, si scatena la coppia Cuelho-Gardin con sei punti consecutivi che portano i padroni di casa in vantaggio per la prima volta nel match; la Mazzoleni prova a ripartire con Manini e Bassani, Cuelho sistema di nuovo le cose ma il finale è tutto di Baba Ndiaye che chiude sul 30-32.

Lo scatenato Cuelho inaugura la ripresa con una tripla, Manini e Severgnini riportano avanti il Pizzi poi è un leonino Baba Ndiaye a prendersi la scena con cinque consecutivi; sale la pressione difensiva dei grifoni, Iseo inizia ad accusare la fatica fisica, Manini ed un pazzesco circus shot di Belloni valgono il +13, Boccafurni prova a ridare ossigeno ai suoi, Ndiaye, Tolasi e Foresti dilatano ancora il vantaggio ma proprio sulla sirena ancora un meraviglioso Cuelho si prende la responsabilità e spara una tripla perfetta per il 52-38 per chi viaggia.

L’ultimo quarto vede tanta intensità ma anche tanta imprecisione da entrambe le parti, Iseo rosicchia qualche punto grazie all’agonismo di Veronesi, che lotta come un leone su ogni pallone, Ndiaye sfrutta al meglio l’assist di Bassani mentre i liberi di Manini valgono il nuovo massimo vantaggio sul +16; Caramatti inventa un gioiello dei suoi, Bassani replica raccogliendo un errore di Belloni, Mensah segna dalla media ma sempre Bassani risulta un rebus irrisolvibile per la difesa di casa e la chiude sul 70-46.

Vince dunque la Mazzoleni, che porta cinque uomini in doppia cifra, con un sontuoso Ndiaye da 15 punti e 13 rimbalzi, ed un Bassani che parte piano poi esplode nella ripresa chiudendo con l’ormai classica doppia-doppia da 12+13; a coach Giubertoni va il merito di aver messo in campo una squadra capace di nascondere le pesantissime assenze di Gorreri e Pairone giocando sprazzi di bella pallacanestro partendo, come sempre, dalla difesa.

Prossimo appuntamento per il Pizzi sarà sabato prossimo quando tra le mura amiche riceverà l’Olimpia Lumezzane, unica squadra a quota quattro punti in classifica, insieme ai grifoni.

Syneto Basket Iseo 46
Mazzoleni Pizzighettone 70
Parziali: 17-21 / 30-32 / 38-52 / 46-70

SYNETO BASKET ISEO: Mensah 2, Cuelho 15, Sgrelli ne, Baroni ne, Caramatti 4, Giorgini ne, Boccafurni 2, Azzola 4, Veronesi 11, Gardin 5, Staffiere R. 3, Staffiere G. ne.
All. Mazzoli

MAZZOLENI PIZZIGHETTONE: Ndiaye 15, Severgnini 4, Belloni 10, Bassani 12, Foresti 11, Biondi ne, Pagetti ne, Mainardi ne, Tolasi 2, Manini 13, Jelic 3.
All. Giubertoni

MVP: Ndiaye