Derby senza storia quello andato in scena tra Gilbe e Pizzi; troppo netto il divario tra le due squadre ma troppa anche la differenza di atteggiamento messo in campo, con gli uomini di Giubertoni feroci fin dalla palla a due, quasi perfetti in difesa e ottimi nella metà campo offensiva, mentre i gialloverdi sono entrati in campo senza quella grinta e quello spirito da battaglia che si addicono ad un derby.

La conseguenza è stata una partita quasi sempre a senso unico, con i gialloverdi capaci di reggere l’urto solo per i primi cinque minuti per poi naufragare in un secondo quarto da dimenticare in fretta; dall’altra parte la Mazzoleni ha mostrato una difesa di altissimo livello unita ad un ottimo gioco corale e con questi due punti si porta a cinque vittorie in altrettante partite, unica squadra imbattuta in tutta la serie C Gold lombarda.

Parte forte il Pizzi trascinato da Manini, pareggia la Gilbe con Maghet e la bomba di Pala, replicano ancora gli ospiti portandosi sul +4 grazie ad un super assist di Ndiaye per Foresti, risponde un pazzesco canestro di Baldi in acrobazia e le squadre restano a contatto; la Mazzoleni prova a spingere con Belloni e l’ispiratissimo Manini, dall’altra parte Pala è caldissimo e piazza la seconda bomba di serata, Belloni predica pallacanestro servendo prima Manini (tripla) poi Bassani (due punti) e gli ospiti si portano sul +7, ancora lo scatenato Manini e Ndiaye scrivono il massimo vantaggio, Roljic chiude il parziale di 10-0 per i biancoblu ma Belloni con una bomba manda al primo intervallo sul 26-14 per chi viaggia.

Al rientro sul parquet altra sfuriata ospite con Foresti che ne mette quattro di pura grinta intervallati dalle bombe di Tolasi e Manini (16 personali per lui), ferma l’emorragia Marco Cremaschi dalla lunga distanza, Foresti è in trance agonistica e risponde con la stessa moneta, ma Ndiaye e la tripla di Jelic in uscita dai blocchi scavano un solco pesantissimo; Belloni scrive il +30, la Gilbe non trova idee né soluzioni per poca lucidità e per la feroce difesa dei rivieraschi, Jelic e Belloni continuano a martellare mentre i gialloverdi trovano punti solo da Maghet e la seconda frazione si chiude sul 59-21 per il Pizzi.

La Mazzoleni non molla la presa nel terzo periodo e continua a trovare il canestro con regolarità grazie a Bassani e Ndiaye, la Gilbe rosicchia con Maghet e Roljic, Bassani piazza l’ennesima tripla di una serata da fantascienza per gli ospiti e la partita è praticamente in cassaforte per il Pizzi; i padroni di casa vanno a segno con Roljic e Maghet, Bassani serve Foresti che ne mette altri due, la Gilbe fatica tremendamente in costruzione ed il terzo quarto va in archivio sul 75-34 per i rivieraschi.

L’ultimo periodo è puro garbage time, con i due coach che danno spazio ai giovani; da segnalare per i padroni di casa l’ottima prova per atteggiamento e grinta di Francesco Grassi, classe 2004, e dall’altra parte l’impiego di Pagetti, Mainardi, Jelic (tutti 2002) e Biondi (2003).

Gilbertina Soresina 47
Mazzoleni Pizzighettone 97
Parziali: 14-26 / 21-59 / 34-75 / 47-97

SORESINA: Bandera, Innocenti, Pala 6, Roljic 10, Cremaschi G. 6, Russo 2, Baldi 2, Cremaschi M. 7, Gusperti, Maghet 11, Grassi 3, Assui.
All. Castellani

MAZZOLENI PIZZIGHETTONE: Gorreri ne, Ndiaye 13, Severgnini 2, Belloni 16, Bassani 9, Foresti 15, Biondi 5, Pagetti 5, Mainardi, Tolasi 6, Manini 16, Jelic 10.
All. Giubertoni

MVP: Manini- Ndiaye