Va alla Mazzoleni Pizzighettone il big match della seconda giornata di ritorno contro il Basket Iseo: i grifoni portano a casa altri due punti preziosissimi al termine di una partita equilibrata che li ha visti sempre condurre tallonati dai bresciani che non si sono mai arresi nemmeno sotto di dieci lunghezze. Con questa vittoria il Pizzi tocca quota undici consecutive, resta imbattuta in campionato con sei punti di vantaggio sull’Olimpia Lumezzane che i biancoblu affronteranno sabato prossimoin trasferta alle ore 18.

Si parte subito con l’intensità alle stelle, Foresti dalla lunga distanza risponde al vantaggio iniziale di Boccafurni, nuovo sorpasso di Iseo grazie alla bomba di Giorgini, Bassani con quattro consecutivi riporta avanti la Mazzoleni, Veronesi non ci sta e replica con altri quattro filati; la partita è bellissima, le squadre si rispondono colpo su colpo, Foresti con la penetrazione mancina regala il +4, ma dall’altra parte si scatena Caramatti con due triple consecutive che significano parità a quota 15, Belloni non si fa pregare e dalla lunga distanza mette i primi punti personali mentre il finale si gioca sull’asse Pairone-Gorreri, con il capitano che piazza stoppata e recupero e Francesco che corre a tutto campo a depositare il 20-15 finale.

La seconda frazione vede il doppio contropiede di Iseo a firma Azzola-Staffiere, risponde immediatamente Gorreri con la specialità della casa, ovvero tripla in uscita dai blocchi, Pairone è totalmente on fire e corre in contropiede per il +7; reazione di Iseo con Veronesi e Baroni che piazzano un 6-0 che riavvicina i sebini, Belloni regala un cioccolatino a Bassani, Caramatti spara un’altra bomba ed è parità a quota 28, timbra il cartellino Ndiaye dalla media ma ancora un clamoroso Caramatti (11 per lui) rende la cortesia, prova a strappare il Pizzi con la tripla di Belloni e l’entratona di Foresti, Manini monetizza il tecnico a coach Mazzoli ed il periodo va in archivio sul 36-30.

Al rientro sul parquet il tandem Foresti-Bassani si intende a meraviglia e porta i grifoni sul +10, Iseo non molla e grazie a Caramatti, Veronesi e Giorgini torna sul -5, Manini è perfetto dalla lunetta, Azzola replica dall’arco e la partita resta in bilico; bomba di Belloni, canestro di Veronesi dalla media, Ndiaye restituisce la cortesia e Bassani dalla lunga rimette dieci punti tra le due squadre, Belloni allunga a cronometro fermo, Iseo torna a colpire con Azzola e Staffiere ed il finale è scritto da capitan Baroni sul 54-49.

L’ultimo quarto vede una Mazzoleni decisamente fuori giri mentre Iseo morde in difesa e si porta sul -1 con Boccafurni ed Azzola, Ndiaye ridà ossigeno ai suoi, Foresti prova il mini allungo dalla lunetta, Manini ne mette altri due ma Staffiere dall’angolo non perdona, Foresti e Caramatti sono precisi ai liberi ed il Pizzi resta sul +5; la partita sale di intensità, le difese non si risparmiano, Foresti non trema a cronometro fermo, Belloni piazza una clamorosa schiacciata per il +12, Azzola di tabella accorcia sotto la doppia cifra, Ndiaye segna da sotto, ancora Veronesi ed Azzola non mollano un centimetro ma Foresti mette il punto esclamativo sulla sua super prestazione con liberi e contropiede che valgono la vittori ed il titolo di MVP per il numero 13 biancoblu.

Finisce 76-67 una partita dura, maschia ed intensa, in cui la Mazzoleni ha faticato molto contro la feroce difesa gialloblu, alzando troppo il ritmo ed andando un po’ in confusione in attacco; il merito degli uomini di coach Giubertoni è stato di non disunirsi mai e di restare mentalmente sempre dentro alla partita, trovando buoni spunti da tutti i singoli. Sugli scudi un pazzesco Foresti, motore inesauribile e fonte di energia costante sui due lati del campo, bene anche Bassani, solito totem in area con licenza di colpire anche dalla lunga distanza, ma la menzione d’onore va di diritto a Francesco Belloni: MVP occulto praticamente dall’inizio del campionato, capace di gestire il ritmo e la squadra in maniera impeccabile, personalità da vendere e mentalità vincente, regala ai compagni palloni con il contagiri, non si tira indietro mai di fronte alle responsabilità e piazza pure una schiacciata da cineteca che fa letteralmente esplodere il Palastadio.

Dall’altra parte onore al merito ad una Iseo stanca e incerottata, priva dei suoi due playmaker ma con un cuore ed un orgoglio da applausi; gli uomini di coach Mazzoli buttano in campo tanta fisicità, cavalcano il talento di Azzola e Caramatti e la concretezza di Veronesi spaventando il Pizzi più volte ma pagando in lucidità nel finale.

Mazzoleni Pizzighettone 76
Basket Iseo 67
Parziali: 20-15 / 36-30 / 54-49 / 76-67

MAZZOLENI PIZZIGHETTONE: Gorreri 5, Ndiaye 10, Severgnini, Belloni 15, Bassani 15, Foresti 18, Biondi ne, Mainardi ne, Tolasi, Pairone 3, Manini 10, Jelic.
All. Giubertoni

ISEO: Cuelho ne, Sgrelli ne, Baroni 4, Caramatti 14, Giorgini 8, Montini ne, Boccafurni 4, Azzola 15, Veronesi 15, Gardin, Staffiere R., Staffiere G. 7.
All. Mazzoli

MVP: Belloni-Foresti

Note: Tecnico coach Mazzoli (20′), coach Giubertoni (34′), Baroni (36′), antisportivo Baroni (34′), espulso Baroni (36′).