Di Laura Lodigiani

Il Pizzi compie l’impresa: la vittoria sul parquet di Mazzano, ottenuta con cuore, testa ed esperienza, permette ai grifoni di chiudere il girone di andata in vetta ed imbattuti.

Un traguardo pazzesco quello ottenuto dagli uomini di coach Giubertoni, che in nove partite disputate hanno saputo mostrare tutti i loro mille volti: quello spietato come con Gorle, Gilbertina e Piadena, quello scintillante con Iseo, Ospitaletto e Gardone e quello roccioso, tignoso e determinato con Lumezzane, Sanse e NBB.

Con i bresciani è stata una partita difficile, in cui le difese hanno prevalso sugli attacchi, in cui la Mazzoleni ha dovuto avere pazienza per avere ragione di una NBB coriacea, volonterosa e capace di creare non pochi grattacapi a Pairone e compagni; nell’ultimo quarto, ancora una volta, la difesa biancoblu si è dimostrata un fattore, condannando i giovani padroni di casa a segnare un solo punto in dieci minuti e consegnando la vittoria numero nove in campionato.

Partenza al fulmicotone per i padroni di casa che cavalcano la verve di Ruiu e la mano caldissima di Gjorgjevikj per un secco 12-2, il Pizzi si scuote grazie al talento di Manini che suona la carica con due canestri consecutivi, Ndiaye spara dalla lunga, Manini recupera e vola in contropiede e la Mazzoleni comincia a ritrovare smalto anche in difesa; Veronesi e Calò tornano a colpire, Belloni dall’arco non perdona ed apre il parziale per i suoi, che vanno in lunetta con Manini e Foresti e chiudono sul 17-16 grazie all’ennesimo canestro dello scatenato Manini.

Nel secondo quarto sale l’intensità ma cala la lucidità, con le due squadre che lottano ma sbagliano tantissimo sia al tiro sia in fase di costruzione, segna Dal Maso da sotto, Belloni spedisce una raccomandata che Pairone deve solo timbrare a canestro, lo stesso capitano trova il primo vantaggio biancoblu ma Ruiu restituisce la cortesia da sotto ed il match non decolla; botta e risposta Foresti-Dal Maso, Tolasi pressa sul portatore di palla e segna in contropiede, perla di Calò in avvicinamento ma ecco la risposta di Bassani con liberi e canestro dalla sua mattonella mentre il finale è di Manini che in acrobazia scrive 11 personali e manda all’intervallo lungo sul 30-25 per i grifoni.

Si riparte ed ancora Manini trova il gioco da tre punti, Ruiu e Dal Maso fanno la voce grossa in area, rispondono Bassani e Foresti ma il gioco stenta a decollare, ci credono i padroni di casa ancora con Ruiu ed i liberi di Calò, Pairone prova a scuotere i suoi con una bomba ma dall’altra parte Dal Maso è incontenibile e ne piazza quattro filati che riportano a contatto le due squadre; la bomba di Calò riporta avanti Mazzano, Manini in penetrazione ristabilisce la parità ma il Pizzi fatica a contenere la velocità dei ragazzi di coach Lovino che fanno girare benissimo palla e trovano la seconda tripla consecutiva di Calò che significa 45-42 per i bresciani all’ultimo intervallo.

Quarta frazione che parte con un’intensità non quantificabile, si lotta su ogni pallone ma non si segna, ci vogliono quattro minuti per vedere il primo canestro a firma Ndiaye, esce dal torpore Gorreri che trova finalmente il bersaglio grosso dalla lunga distanza, Foresti lascia sul posto il suo marcatore e ne mette altri due che significano +4 ed un minimo di ossigeno per la Mazzoleni; Bassani torna a farsi sentire con cinque consecutivi, Mazzano vede accendersi la spia della benzina, non trova più la via del canestro ed il cronometro è amico del Pizzi, che può attaccare con calma e chiudere grazie a Ndiaye e Foresti sul 60-46.

NBB MAZZANO: Villa ne, Calò 12, Fenaroli ne, Carnevali ne, Dal Maso 10, Veronesi 4, Lombardi, Lato ne, Gjorgjevikj 8, Ballini 2, Nkot Nkot, Ruiu 10. All. Lovino

MAZZOLENI PIZZIGHETTONE: Gorreri 3, Ndiaye 7, Severgnini, Belloni 4, Bassani 11, Foresti 10, Biondi ne, Pagetti ne, Tolasi 2, Pairone 7, Manini 16, Jelic. All. Giubertoni

MVP: Belloni

Note: tecnico Dal Maso (21’), antisportivo Ruiu (40’), uscito per falli Ruiu (40’).