Non è Natale ma Pizzighettone è ampiamente in vena di regali, Busto ringrazia sentitamente e porta la serie a gara3 dopo essere stata sotto per gran parte del match; una Mazzoleni a due volti, che incanta fino a metà del terzo quarto poi molla la presa, scollandosi in difesa ed inceppandosi davanti, attaccando senza lucidità e senza raziocinio e finendo per soccombere davanti ad un Palastadio strapieno e senza parole.

Si parte a ritmi forsennati, Foresti e Belloni trovano subito la via del canestro, Albique e Banfi rispondono per le rime, la Mazzoleni fa girare palla in maniera magistrale e trova il primo strappo grazie a Ndiaye e quattro filati di Bassani, Belloni piazza un’entratona delle sue, Albique va con l’and one e Ndiaye ci mette due liberi per il +7; le squadre segnano canestri in fotocopia dall’arco ed ai liberi, Foresti dalla lunga tiene il +8 in mezzo ad una grandissima intensità, la difesa di Pizzi aumenta vertiginosamente i giri del motore e Busto non trova più la via del canestro, con Gorreri a chiudere la prima frazione sul 25-15 per i padroni di casa.

Al rientro sul parquet cioccolatino di Belloni per il circus shot di Gorreri, Pairone con un gioco da tre punti scrive +13, sale in cattedra Tredici con sei filati, Pedrini spara una bomba ma gli ospiti reagiscono con sei consecutivi a firma Benzoni-Banfi-Tredici e si riportano a -7; Gorreri e Ndiaye tornano a spingere, Busto si affida ad un caldissimo Beretta, Pedrini monetizza l’antisportivo a Tredici, gli ospiti di cuore e di nervi trovano un altro break da 5-0 ma sull’ultima azione Foresti dall’arco non sbaglia ed all’intervallo lungo è 45-39 per la Mazzoleni.

Il terzo quarto vede un Pizzi feroce in entrambe le metà campo, Manini spara una bomba, Banfi risponde da due poi si scatenano Ndiaye e Belloni con il parziale di 7-0 che costringe coach Mazzetti al timeout, la difesa biancoblu non concede nulla, in attacco la palla gira a meraviglia e Bassani infila una tripla di importanza capitale; Busto in estrema difficoltà si affida al talento di capitan Benzoni ed è la scossa che dà il via ad un secco 13-0 che riapre completamente i giochi, Belloni in entrata è una boccata d’ossigeno per la Mazzoleni, gli ospiti monetizzano tutti i viaggi in lunetta frutto degli errori biancoblu ed è poi Ndiaye a chiudere sul 64-60 un terzo periodo dai due volti.

Nel quarto periodo Pizzi prova a ritrovare smalto in attacco grazie ad uno stratosferico Ndiaye ben coadiuvato da Foresti e Pairone, Busto alza la fisicità forse anche oltre il consentito, Romanò spara una bomba e Kulevicius infila da due, Belloni perde palla sulla rimessa e Gentili punisce con una tripla che vale il -1 e tutto da rifare per la Mazzoleni; Gentili e Benzoni colpiscono dall’arco, Belloni chiude un parziale da incubo di 16-0 per i bustocchi, Foresti e Gorreri ritrovano la parità, ma il finale se lo prende tutto un incredibile Gianluca Tredici con cinque consecutivi che di fatto chiudono la contesa e rimandano tutto alla bella di domenica.

Finisce 85-81 per Busto Arsizio, capace di risorgere dal -17 ma con tanta, troppa complicità di una Mazzoleni Pizzighettone incapace di chiudere un match che aveva ampiamente in mano; i ragazzi di coach Giubertoni si sono fatti trascinare nella bagarre dell’estrema fisicità messa in campo dagli ospiti, perdendo idee e lucidità e concedendo praterie ad una squadra che progressivamente è andata in gas.

MAZZOLENI PIZZIGHETTONE: Gorreri 13, Pedrini 5, Ndiaye 16, Belloni 19, Bassani 7, Foresti 13, Pagetti ne, Mainardi ne, Tolasi, Pairone 5, Manini 3, Jelic ne.  All. Giubertoni

BUSTO ARSIZIO: Benzoni 16, Banfi 7, Gentili 6, Albique 5, Tredici 15, Alesina ne, Ben Salem 2, Romanò 8, Beretta 14, Tosto ne, Kulevicius 12, Alberti ne.  All. Mazzetti

MVP: Tredici

Note: Antisportivo Tredici (19’), Manini (26’), tecnico Benzoni (23’), Gorreri (30’), Kulevicius (34’). Usciti per falli Manini (33’).