Di Laura Lodigiani

Era il big match della terza di ritorno e non ha deluso le attese, come sempre Pizzighettone ed Olimpia Lumezzane hanno regalato una partita intensa, piena di colpi di scena, di ribaltamenti di fronte, di difese forti e giocate di puro talento; la spunta il Pizzi, più cinico nei momenti importanti nonostante il brivido finale, e resta così saldamente in vetta a punteggio pieno, confermandosi la miglior difesa del torneo.

Parte a marce altissime Lumezzane che domina a rimbalzo e cavalca la verve di Gandoy e Pisoni per un secco 7-0, il Pizzi si sblocca con un gioco da tre di Ndiaye, Hatch spinge i suoi ma Foresti in transizione colpisce dall’arco, Belloni lo imita ed è -2; Gandoy infila la seconda tripla di serata, Manini e Foresti riportano a contatto i grifoni, Belloni dall’arco firma il sorpasso, Ndiaye allunga con il suo classico giro e tiro dalla media ed il primo quarto va in archivio sul 20-16 per i biancoblu.

Al rientro sul parquet è ancora furia Lumezzane, con lo show di Arici (sei consecutivi), la bomba di Gandoy e l’and one di Silva che scrivono 12-0, la Mazzoleni si scuote grazie alle iniziative di un più che positivo Jelic, Carrara tiene il +7, rosicchiano Pairone da sotto e Foresti in contropiede ma dall’altra parte i padroni di casa sono scatenati e scavano un solco importante grazie alle bombe di Hatch e Torri; suona la carica Foresti con tripla, liberi ed un super assist per Bassani, Hatch penetra e segna, ma il finale se lo prendono Bassani e Foresti che chiudono sul 42-37 per l’Olimpia.

Al rientro sul parquet ancora Hatch va a bersaglio dalla lunga, si scatena Manini con bomba ed assist per Bassani che poi replica nell’azione successiva ed è -1, Balogun spara l’ennesima tripla, Hatch colpisce in allontanamento, Belloni piazza un’entrata clamorosa e le squadre restano a contatto mentre l’intensità sale vertiginosamente; pareggia nuovamente Manini, replica Balogun, altro botta e risposta Jelic-Carrara e Lume resta avanti di due punti, ma ecco che a sedici secondi dall’ultimo intervallo Jelic arma la mano dalla lunga distanza ed infila il 55-54 per i grifoni.

Il quarto periodo vede Pairone rispondere ad Arici, sale in cattedra Silva con cinque filati, replica l’indemoniato Jelic con un gioco da tre punti, Hatch è incontenibile e segna un canestro difficilissimo, Bassani torna a colpire da sotto ma ancora Hatch centra il bersaglio dalla lunga distanza; si fa male Belloni nel momento più importante, il Pizzi non perde la testa e si affida a Bassani e Manini che confezionano il sorpasso (sei filati per Daniele), Hatch è totalmente on fire e replica prima dall’area poi da fuori per il -1, Manini non è da meno e con un circus shot pazzesco tiene avanti la Mazzoleni di tre lunghezze, Hatch rosicchia dalla lunetta, con soli nove secondi sul cronometro Pairone confeziona la frittata perdendo palla sulla rimessa, ma la successiva difesa è un capolavoro e la stoppata di Ndiaye chiude una partita bella, maschia ed intensa come sempre succede tra Olimpia Lumezzane e Mazzoleni Pizzighettone.

Finisce 75-73 per una Mazzoleni Pizzighettone che per l’ennesima volta dimostra il perché è in testa alla classifica: una prestazione di cuore e carattere per gli uomini di coach Giubertoni, che non sbandano mai nemmeno sotto di dieci lunghezze, aggrappandosi ad una difesa granitica, vero marchio di fabbrica dei biancoblu, ed a un concetto di squadra esaltato all’ennesima potenza, in cui a turno tutti sono protagonisti.

Dall’altra parte applausi per un’Olimpia Lumezzane che ha messo in campo testa ed orgoglio per larghi tratti del match, con percentuali importanti al tiro dalla lunga distanza ed una fisicità che poche squadre possono vantare in questo campionato; i bresciani sono stati protagonisti di alcuni break importanti, hanno lottato fino all’ultimo possesso alzando bandiera bianca solo alla sirena finale, guidati da un mostruoso Hatch da 25 punti tra cui alcuni ad elevato quoziente di difficoltà.

Per il Pizzi ora arriva il derby contro la Sansebasket, sconfitta in casa da NBB Mazzano: palla a due sabato 18 dicembre alle ore 18 al Palastadio di Soresina.

OLIMPIA LUMEZZANE: Hatch 25, Gandoy 13, Carrara 5, Borghetti, Torri 3, Balogun 7, Arici 8, Silva 8, Pisoni 4. All. Bianchi

MAZZOLENI PIZZIGHETTONE: Ndiaye 8, Severgnini, Belloni 8, Bassani 12, Foresti 15, Biondi ne, Pagetti ne, Mainardi ne, Tolasi, Pairone 4, Manini 16, Jelic 12. All. Giubertoni

MVP: Manini – Foresti

Note: Tecnico Manini (17’)