La Mazzoleni Pizzighettone parte con il piede giusto nella serie di finale per la promozione espugnando un campo ben più che ostico come quello di Busto Arsizio; una partita meravigliosa, dura, tirata, tra due squadre che hanno onorato al meglio l’impegno di fronte ad una cornice di pubblico incredibile.

Ne esce un match bello, frizzante, con tanti capovolgimenti di fronte come è ovvio e naturale in una finale in cui c’è così tanto talento sul parquet; la spunta Pizzighettone, sembrata più lucida ed anche più tonica nell’arco del match, guidata da uno stratosferico Gorreri da 21 punti ed un incredibile Ndiaye da 17 rimbalzi.

Partenza sprint per i padroni di casa che colpiscono con Albique da sotto e Gentili da fuori, Pizzi trova un libero di Manini e due comodi di Bassani, parte il festival delle triple con Benzoni-Gentili da una parte e Manini-Belloni dall’altra, Foresti e Romanò si rispondono dalla lunetta e Bassani scrive parità a quota 13; la partita è fisica, il punteggio si muove solo a cronometro fermo, Gorreri infila prima dalla media poi dalla lunga per il primo allungo Pizzi, Benzoni segna da sotto, botta e risposta Pedrini-Romanò, Tredici con l’and one riporta avanti i suoi, Belloni spara dall’arco ma il punto esclamativo lo mette Tredici con il canestro da sotto che vale il 26-26 di fine primo quarto.

Si riparte sempre a ritmi altissimi, bomba di Ben Salem, Gorreri e Benzoni si rispondono dall’area, Pairone si scatena con sei filati e regala il +3 alla Mazzoleni, l’intensità non cala ma la lucidità sì, con le due squadre che sbagliano tanto ed il tabellone che resta inchiodato sul 34-31; ci pensa Kulevicius a ristabilire la parità, Banfi segna in contropiede, Bassani replica dall’arco, Foresti fa altrettanto, Beretta e Manini si rispondono da due punti, Banfi corre in contropiede ma il finale è tutto a marchio rivierasco con i due di Bassani e la bomba da nove metri di Gorreri che sulla sirena scrive 47-40 per la Mazzoleni.

Al rientro sul parquet è Benzoni contro tutti, segna otto punti consecutivi intervallati dai due di Ndiaye e riporta i suoi ad un’incollatura, i ritmi restano alti ma non si segna più, sblocca l’impasse Gentili dalla lunetta, rientra Gorreri e segna subito dalla media e si resta sul +1 Pizzi; Romanò piazza un gioco da tre, Bassani pareggia da sotto, Benzoni è totalmente on fire, dall’altra parte ci pensa Jelic con due bombe filate, Tredici si carica i suoi sulle spalle, Gorreri piazza l’ennesima tripla di serata ma ancora Tredici da casa sua sulla sirena chiude sul 62-60 per Pizzi.

Quarto periodo che si apre nel segno del tandem Pedrini-Pairone a punire la zona bustocca, Beretta dimezza lo svantaggio, Gorreri dalla lunetta è glaciale, Banfi segna in entrata e la partita si fa incandescente, ancora Banfi risponde a Pedrini, piovono falli da entrambe le parti ed il tabellone resta fermo sul 71-67; Gorreri colpisce ancora dall’arco, Tredici va di nuovo con l’and one, Ndiaye di rabbia infila due punti importantissimi, ancora lo stoico Tredici dalla lunetta è impeccabile, Bassani in area è una sentenza ma dall’altra parte Romanò segna l’ennesimo gioco da tre e la partita resta in bilico.

Benzoni trova due punti dalla spazzatura, Manini in lunetta fa 1/2 ma la successiva difesa biancoblu è da manuale, recupero, contropiede e canestro di puro talento di Ndiaye per il +6, Gentili conquista un fallo pesantissimo e fa percorso netto a cronometro fermo, Pedrini fa 1/2, Foresti regala ancora due liberi a Gentili che però stavolta ne infila solo uno, Busto è costretta al fallo sistematico e Manini mette il sigillo su una vittoria clamorosa, meravigliosa e meritatissima.

Ora serve mantenere altissima la concentrazione, resettare e ricompattarsi in vista di mercoledì sera quando alle ore 21 i rivieraschi proveranno a replicare il risultato ed a scrivere una pagina indelebile della propria storia.

BUSTO ARSIZIO: Benzoni 17, Banfi 6, Gentili 13, Albique 3, Tredici 18, Alesina ne, Ben Salem 3, Romanò 13, Beretta 5, Tosto ne, Kulevicius 3, Alberti ne.
All. Mazzetti

MAZZOLENI PIZZIGHETTONE: Gorreri 21, Pedrini 8, Ndiaye 6, Belloni 6, Bassani 14, Foresti 7, Biondi ne, Mainardi ne, Tolasi, Pairone 9, Manini 10, Jelic 6.
All. Giubertoni

MVP: Gorreri

Note: usciti per falli Banfi (33′), Pairone (34′), Belloni (39′), Foresti (40′).