Mazzoleni Pizzighettone 71

Overnet Nerviano 63

Mazzoleni Pizzighettone:Foti 11, Pedrini 6, Casali 7, Lugic 22, Gerli 9, Bertuzzi 3, Severgnini, Montanari ne, Cipelletti ne, Baldrighi 3, Gaadoudi 3, Roberti 7. All. Giubertoni.

Overnet  Nerviano: Panaccione 16, Nuclich 15, Frontini 4, Priuli 6, Bandera 13, Guzzetti ne, Viganò 5, Zennaro, Lo Biondo, Nebuloni 4. All. Garetto.

Arbitri:Gurrera e Compare.

parziali:12-23, 30-33, 51-44.

Note:usciti per falli Gerli, Panaccione e Viganò. 

Spettatori 250 circa. Presente il centro minibasket 06 Soresina e Sesto Cremonese.

mvp:Lugic.

Di Laura Lodigiani

“Un Pizzi double face prima soffre poi ha la meglio su una coriacea Nerviano

Terz’ultima giornata della poule promozione, all’insolito orario delle 17.30, si affrontano Mazzoleni Pizzighettone e Overnet Nerviano; buona la risposta del pubblico, con tanti ospiti d’eccezione tra cui Bruno Rappoccio e Luka Rolijc della Gilbertina.

Si parte con il classico starting five Foti-Pedrini-Casali-Gerli-Lugic cui coach Garetto oppone Panaccione-Nuclich-Bandera-Frontini-Priuli; vince la contesa Lazar Lugic che poi per primo buca la retina con il 2/2 dalla lunetta, Gerli a bersaglio servito da Foti ma Nerviano sorpassa con Priuli ed il gioco da tre di Panaccione.

Padroni di casa irriconoscibili, male in attacco mentre in difesa lasciano varchi enormi che i biancoverdi sfruttano egregiamente, break di 8-2 griffato Bandera-Frontini e coach Giubertoni è costretto al minuto sul 6-13; al rientro in campo la musica non cambia, Lugic trova finalmente il tiro da fuori, altri due di Frontini e la terza tripla dell’incontenibile Bandera doppiano la Mazzoleni sul 9-18, Panaccione piazza recupero e contropiede mentre il periodo è chiuso dalla bomba di Nuclich per il 12-23.

Seconda frazione che vede Pedrini iscriversi a referto, Nuclich e Panaccione fanno i comodi loro e portano gli ospiti sul 15-30: Pizzi senza ritmo, senza idee, senza grinta, senza tutto ciò che l’ha sempre contraddistinta.

Serve una scossa e serve alla svelta, dentro il vecchio e il bambino, Capitan Marco Roberti e Dante Baldrighi; grazie alle loro giocate di rabbia la Mazzoleni inizia il suo lento risveglio, muove la retina Gaadoudi con 1/2, torna a segnare Lugic da sotto e bomba del Capitano che riporta lo svantaggio sotto la doppia cifra.

Lugic manda a bersaglio Baldrighi, l’intensità si alza e si segna solo dalla lunetta con Panaccione e Priuli a provare ad arginare la rimonta dei padroni di casa che rosicchiano punti su punti con Gaadoudi, Baldrighi e Roberti mentre Foti regala un altro assist a Gerli che deposita in fondo alla retina il 30-33 del 20’ e manda tutti negli spogliatoi dando l’impressione che il Pizzi si stia svegliando dal torpore iniziale.

Si riparte ancora con due di Pedrini cui risponde l’ennesimo capolavoro balistico di Panaccione, bomba di Gerli e la lunga rincorsa è terminata: parità a quota 35 e partita che può finalmente “cominciare”.

Foti e Panaccione si rispondono dalla lunetta, Gerli e Lugic arrivano al +4 ma Priuli e Viganò rimettono ordine fissando il 41-41; in una serata storta dalla linea della carità arriva anche il 1/2 di Casali, bomba di transizione di Bertuzzi ed è +4, Lugic schiaccia il +6 nella bolgia del PalaStadio, ancora Panaccione dalla lunga tiene a contatto i suoi ma il finale è tutto di marca rivierasca con Pedrini e Casali che chiudono sul punteggio di 51-44.

Nerviano non ha nessuna intenzione di alzare bandiera bianca e riparte di slancio con il 4-0 firmato da Frontini e Viganò, Lugic dalla lunga ricaccia indietro le velleità ospiti, Nuclich e Viganò non si arrendono, spingono sull’acceleratore e riportano i biancoverdi sul -3; Lugic dalla lunetta e Casali con una meraviglia sotto canestro mantengono le distanze ma è ancora l’indomito Simone Nuclich a regalare un’altra perla in rovesciata che strappa applausi da parte di tutto il pubblico.

Il tabellone dice 61-57, l’intensità è alta, Foti segna con un po’ di fortuna, Nebuloni gli restituisce la cortesia, aumentano i falli e si segna solo dalla lunetta, 3/4 Foti-Lugic da una parte e Priuli-Bandera dall’altra, la partita resta in bilico ma ecco la magia di Lazar Lugic: rimessa in attacco, soli quattro secondi da giocare, il giovane serbo riceve spalle a canestro, si gira ed infila una pazzesca tripla su un piede solo, cadendo all’indietro e con visuale parzialmente coperta dalle braccia alzate del suo marcatore.

Esplode il palastadio, mani nei capelli per Lugic, incredulo per quanto appena fatto che, all’atto pratico, è una doccia gelata per gli ospiti: dalla lunetta Foti e Nuclich sistemano il finale sul 71-63 e chiudono un match iniziato in salita per i padroni di casa ma condotto in porto grazie all’esperienza dei suoi veterani.

Clamorosa la prova di Lugic che chiude con 22 punti, 15 rimbalzi e 30 di valutazione, peccato solo per i tanti liberi sbagliati; insieme a lui giusto citare Simone Pedrini che tira giù 15 rimbalzi, Fabrizio Foti che fa 11 punti, 9 assist e 5 falli subiti e menzione d’onore per Marco Roberti, capitano di mille battaglie, capace di suonare la carica dal punto di vista emotivo e, di fatto, dare la svolta al match con la bomba del secondo quarto che dà il “la” alla rimonta casalinga.”

 

 

 

Di Alessandro Botta 

“SORESINA Importante vittoria casalinga per la Mazzoleni Pizzighettone che centra la rimonta contro Nerviano (71 a 63 il punteggio finale).

Per i rivieraschi, che si sono presentati all’appuntamento senza l’infortunato Montanari, gara subito equilibrata con Lugic, Gerli e Casali a rompere il ghiaccio e Panaccione e Bandera dalla lunga a trovare la pronta replica per una Nerviano che si porta sul 6 a 13. Dopo il minuto di sospensione chiesto da coach Giubertoni è Lugic a trovare il fondo della retina con la tripla, uno scatenato Bandera tiene i suoi in pressione prima della reazione d’orgoglio di Foti e della bomba di Nuclich che valgono il 12 a 23 del 10’. Si torna in campo e Pedrini prova subito a riattivare la dinamo rivierasca con gli ospiti che non accennano cali. Dopo tre minuti Nuclich firma il 15 a 30, da qui in avanti però è monologo Mazzoleni grazie a Gaadoudi, Lugic, Roberti e Baldrighi per il meno 7 Pizzighettone. La gara sale di colpi con ancora Gerli a riavvicinare i padroni di casa prima dell’intervallo (30 a 33).

Pizzi tiene alti i giri del motore e con un 21 a 11 di parziale si riporta in vantaggio: questo, in sintesi, l’andamento del terzo periodo con la compagine locale che grazie al solito Gerli, all’importante giocata da tre punti di Bertuzzi e all’inchiodata di Lugic incrina le certezze avversarie. Prima della sirena il duo Pedrini-Casali mette la firma sul momentaneo più 7 (51-44 al 30’), l’equilibrio prosegue anche nei dieci minuti conclusivi e se da un lato Lugic e Roberti continuano a colpire, fronte Nerviano sono Nuclich e Viganò i protagonisti. A salire in cattedra nel finale è il metronomo Foti che mantiene la necessaria freddezza dalla lunetta prima della bomba con meno di un minuto da giocare di Lugic che consegna referto rosa e due punti ai rivieraschi.”