Pizzighettone 67 Cernusco 70

Mazzoleni Pizzighettone: Foti 14, Pedrini 9, Bertuzzi 7, Lugic 21, Gerli 7, Severgnini 4, Semeraro ne, Casali 4, Brignolo, Bergamo 1, Baldrighi, Tolasi ne.
All. Giubertoni.

Libertas Cernusco: Beretta 8, Mercante 9, Campeggi 4, Marnetto 1, Franco 26, Carrera 5, Riva 3, Sirtori 14, Corbelli ne, Luisari ne.
All. Cornaghi.

Arbitri: Faraoni e Giazzi.
Parziali: 23-14, 43-30, 57-47.
Note: cinque falli nessuno.
Spettatori 220 circa.
Nell’intervallo presentato il centro Minibasket Zerosei Soresina.
MVP:Franco.

 

Da “La Provincia” di A. Botta
Soresina – Finale amaro per Pizzighettone con i rivieraschi
che pagano un ultimo quarto da 10 segnati e 23 subiti, per una volata
conclusiva che premia Cernusco (67 a 70). La Libertas, squadra che ambisce ad
una posizione playoff, condanna quindi i grifoni al secondo stop consecutivo
dopo quello arrivato sette giorni fa sul campo dell’Olimpia Lumezzane. L’avvio
di match, tuttavia, sorride ai padroni di casa (che possono contare su un
Casali non al meglio per il recente fastidio al ginocchio) con Lugic e Foti ad
aprire le danze e l’airone di Paderno Severgnini a mettere la firma sul 23 a 14
del 10’. Sfida che prosegue sulla falsariga anche nel secondo quarto con Foti,
Pedrini e il solito Lugic a trovare la via del canestro, mentre tra le fila
ospiti è Franco a bruciare la retina. Ma al suono della seconda sirena sono
ancora i grifoni a condurre sul 43 a 30. La Libertas prova ad alzare i giri del
motore nella ripresa con Mercante e Beretta, ma è Pizzi a mantenere la testa
della corsa con Lugic che segna il tiro libero del 55 a 38. Azione che anticipa
il mini break ospite per il 57 a 47 del 30’. Si arriva così negli ultimi e
decisivi minuti, momento della gara che vede Cernusco trovare ripetutamente la
via del canestro. I liberi di Casali permettono alla truppa locale di toccare
il 66 a 57, poi Franco e Mercante firmano il soprasso sul 67 a 69 e nemmeno il
doppio tentativo di Foti (tiro da due, palla recuperata e tiro da 3) e la
preghiera conclusiva di Lugic permettono alla Mazzoleni di ribaltare il
punteggio. Resta un po’ di amaro in bocca per un presunto non fischio sul tiro
da tre di Foti, ma ora per Pizzi testa alla gara con Romano Lombardo.