Soresina, 29 Settembre 2018

A volte si dice che il destino si diverte a mischiare le carte, a regalare scenari insoliti, a creare seconde opportunità ed a chiudere discorsi lasciati in sospeso; ebbene, il destino, sotto forma di calendario di Serie C Gold ha deciso di aprire la stagione 2018-2019 del Pizzi proponendo lo stesso avversario che ne aveva amaramente chiuso la scorsa, ovvero la Argomm Iseo.

Quattro mesi dopo le malcelate lacrime di Capitan Roberti, la Mazzoleni si ritrova davanti i gialloblu sebini, squadra reduce dalla finale promozione poi persa contro la juvi; gli ospiti hanno perso in estate il loro miglior giocatore, Andrea Leone, passato a Piadena, ma restano una compagine di alto livello, magistralmente condotta da coach Mazzoli.

Pubblico delle grandi occasioni, palastadio gremito in ogni ordine di posto nonostante il caldo infernale di fine settembre; sugli spalti anche Daniele Manini, ex biancoblu, in estate passato alla Juvi Cremona, e Marco Mazzali, ex condottiero di Piadena.

Dopo un paio di minuti di studio è Foti a bucare per primo la retina, Marelli mette i primi due per Iseo ma gli ospiti faticano tremendamente contro la difesa feroce del Pizzi; i rivieraschi chiudono ogni linea di passaggio e fanno girare bene palla davanti.

Lugic è carico a pallettoni, Casali e Pedrini la spiegano sui due lati del campo ed il Pizzi vola sul 18-7; Iseo non trova contromisure e si appoggia al talento dei singoli, la Mazzoleni continua a spingere cavalcando ancora Lazar Lugic ed il primo periodo si chiude 24-13 per i padroni di casa.

Le sfuriate di coach Mazzoli non producono risultati, altro break di 7-0 in apertura di secondo parziale, Mori e Furlanis provano a restare a galla ma la difesa dei grifoni è sempre molto aggressiva; si iscrive a referto Bertuzzi con una bomba, la palla in attacco gira che è una meraviglia e Iseo è in bambola totale.

Marelli e Dalovic provano a scuotere i sebini ma Severgnini dalla lunga manda tutti negli spogliatoi sul 44-28 dopo qualche minuto di impasse nella manovra dei padroni di casa.

Alla ripresa delle ostilità la Argomm sembra ritrovare il bandolo della matassa con Mori, Furlanis e Baroni, ma la Mazzoleni risponde colpo su colpo con Foti e l’ormai indemoniato Lugic che domina incontrastato in attacco ed a rimbalzo.

Subentra un po’ di stanchezza che, unita al caldo davvero insopportabile, porta a momenti di confusione da entrambe le parti; antisportivo fischiato a Pedrini, Marelli dalla lunetta non sbaglia ma in un amen gli ospiti subiscono un’altra sfuriata di 8-0 (Lugic e due triple di Foti) che vale il +20, 61-41 al 28’.

Sussulto Argomm con quattro filati di Veronesi, Gerli regala un capolavoro di intelligenza cestistica e Furlanis chiude il periodo sul 64-50.

Ultima frazione di gioco che vede l’ennesimo show dei padroni di casa grazie ai senatori Roberti, Pedrini e Bertuzzi, 9-0 e coach Mazzoli si siede sconsolato in panchina; Iseo trova qualche buon canestro ma dietro lascia praterie ai padroni di casa che per ben due volte trovano Gerli solo soletto in area per i punti più facili della carriera.

E’ un lungo garbage time, gli allenatori concedono minuti ai giovani, Valenti e Pelizzari da una parte, Terpstra e Baldrighi dall’altra ed è proprio il giovane lungo rivierasco a chiudere la partita sul 90-66; bene la Mazzoleni per atteggiamento soprattutto nella metà campo difensiva, alcuni elementi risultano ancora leggermente appesantiti dai nuovi carichi di lavoro, ma sarà tutta benzina utile nel prosieguo del campionato.

Iseo troppo brutta per essere vera, approccio alla partita completamente sbagliato per una formazione che ha cambiato poco rispetto allo scorso anno e probabilmente è incappata nella classica serata-no.

Dopo il match spazio alla consueta presentazione dell’universo Pizzi, con tutte le squadre rivierasche, dai centri minibasket all’under 20, dalla femminile alla promozione, sul parquet a raccogliere l’applauso del pubblico.

 

 

Mazzoleni Pizzighettone: Foti 16, Roberti 4, Pedrini 4, Bertuzzi 8, Severgnini 5, Terpstra, Montanari 2, Casali 5, Cipelletti, Lugic 27, Gerli 17, Badrighi 2. All. Giubertoni

Argomm Iseo: Valenti, Ghitti 2, Baroni 11, Marelli 10, Furlanis 10, Dalovic 6, Franzoni 7, Tedoldi 6, Pelizzari, Veronesi 4, Mori 10, Medeghini ne. All. Mazzoli

MVP: Lazar Lugic

Note: Antisportivo a Pedrini 26’

Spettatori presenti 650 circa